Home

Ultimo aggiornamento (Sabato 11 Febbraio 2017 11:37)

 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 03 Febbraio 2017 17:29)

 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 27 Gennaio 2017 17:19)

 

Smart City Coupè 600 – Adattamento attuatore frizione

Pubblicato il 15 dicembre 2016 da Marco

Prendiamo in considerazione la vettura Smart, nello specifico, il modello in produzione dal 1998 al 2004. Si parla di una city-car che ha avuto larga diffusione, avendo trovato un ampio consenso tra la clientela giovanile. Vetture di questo tipo hanno i pregi di avere dimensioni contenute, di essere agili, facili da guidare e in ultimo, ma non meno importante, rendono anche piacevole lo stare al volante. Cotanto piacere di guida deriva in buona parte anche dal cambio che la Smart adotta: robotizzato con frizione ad azionamento elettrico. Come sarà noto a molti, il cambio robotizzato prevede l’utilizzo sulla vettura di un cambio manuale azionato idraulicamente o elettricamente, anziché dal guidatore in prima persona. Nel caso della Smart in oggetto, l’innesto delle marce avviene per mezzo di un motorino elettrico che movimenta un albero opportunamente sagomato in grado di realizzare la selezione e i cambi marcia, mentre la frizione viene azionata da un pistoncino, mosso però sempre da un elettroattuatore.

01

02

A tal proposito, è interessante in questa sede sottolineare un problema rilevante che può riguardare qualunque autoriparatore abbia a che fare con questa vettura e il relativo cambio. Infatti può facilmente capitare di imbattersi in situazioni in cui, a seguito della sostituzione dell’attuatore elettrico di cui sopra, o della frizione stessa, il cambio funzioni incostantemente, “gratti”, sia incerto nelle cambiate, o addirittura che il motore abbia tentennamenti in fase di avviamento. Di qui il presentarsi, in diagnosi, di errori come quelli elencati:

  • “COMANDO CAMBIO RIPETIZIONE MARCIA”
  • “POTENZIOMETRO DI COMANDO CAMBIO”
  • “CAMBIO BLOCCATO”
  • “SENSORI VELOCITA’ RUOTE POSTERIORI, SEGNALE ERRATO”

Volendo ricercare la causa di questi inconvenienti, basti considerare che il motorino-attuatore frizione e la punteria della frizione sulla quale il pistoncino agisce, devono avere tra di loro un posizionamento relativo ben determinato, al di sotto o al di sopra del quale il cambio, o addirittura il motore, possono comportarsi come descritto poco sopra.

Riportiamo quindi, allo scopo di evitare o ancor meglio prevenire certe situazioni, la procedura di sostituzione e registrazione del motorino elettrico frizione:

  1. Procedere alla preparazione dell’area di lavoro e all’individuazione del componente cambio, il tutto in condizioni di sicurezza per la propria e altrui incolumità;
  2. Sfilare il connettore elettrico dal motorino della frizione;
  3. Svitare le viti (q.tà 3) di ancoraggio del motorino alla campana del cambio e togliere il motorino;
  4. Motorino nuovo alla mano, accertarsi che la posizione della punteria, indicata dalla lettera “L”, sia pari a 60 mm. In caso, far rientrare meccanicamente la punteria (non alimentare il motorino elettricamente!);03
  5. Inserire adesso il motorino nella scatola del cambio e avvitare la tre viti di ancoraggio;
  6. Ricollegare il connettore a spina al motorino della frizione;
  7. Posizionare la bilancia dinamometrica sul motorino frizione e caricare con 50 daN nella direzione del bilanciere della frizione. Bloccare il motorino in questa posizione e serrare le viti partendo da quella più vicina alla frizione;
  8. Collegare lo strumento di diagnosi Mercedes e controllare la memoria guasti;
  9. Eseguire il menù “pulsante frizione”;
  10. Disinserire l’accensione e attendere il disinserimento ritardato dello strumento di diagnosi (circa 30 secondi);
  11. Allentare le viti di ancoraggio del gruppo motorino con cautela;
  12. Scaricare il motorino frizione con la bilancia dinamometrica a 11 daN, mantenerlo in posizione e serrare le viti;
  13. Far apprendere alla centralina cambio i punti d’inserimento e disinserimento frizione con lo strumento di diagnosi;
  14. Far apprendere alla centralina cambio il punto di slittamento con lo strumento di diagnosi;
  15. Leggere la memoria guasti e cancellare quelli eventualmente presenti; scollegare lo strumento di diagnosi.

Fonte : www.riparando.it

Ultimo aggiornamento (Venerdì 20 Gennaio 2017 17:40)

 

VDM Diag+4°  Diagnosi multimarca

è una vera novità del settore , che aumenta la vostra potenzialità nel diagnosticare vetture sempre più sofisticate , un vero compagno di lavoro innovativo su molte vetture Asiatiche.

Covers 47 Marchi Auto:

I modelli di auto europei: Audi, Benz, BMW, Citroen, Fiat, Ford UE, Jaguar, Lancia, Land rover, MINI, Opel, Peugeot, Porsche, Renault, Saab, Seat, Skoda, smart, Vauxhall, Volvo, VW.

I modelli Asia Auto: Acura, Honda, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Kia, Lexus, Mazda, Mitsubishi, Nissan, Perodua, Proton, Subaru, Suzuki, Toyota, Daihatsu, Daewoo, GM Australia modelli dell'automobile: Ford AU, Holden I modelli USA Auto: Chrysler, Ford, GM, JEEP, talea. Modelli Auto Cina: Chery, Geely, GWM 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 13 Gennaio 2017 17:39)

 
Chi è online
 46 visitatori online
Sponsor By
Gli sponsor del Club:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner