Home

Sistema di post-trattamento…Gas di scarico SCR

La stretta sui limiti delle norme antinquinamento ha condotto i costruttori a sviluppare per i veicoli a ciclo diesel, oltre ai normali sistemi di trattamento dei gas di scarico, anche un sistema di post-trattamento sempre più efficiente.
Tale sistema prende il nome di SCR dall’inglese Selective Catalytic Reduction, e la sua funzione è quella di abbattere gli ossidi di azoto che si formano durante la combustione a causa dell’elevata temperatura, dell’elevata pressione e dall’eccesso di ossigeno in camera di combustione; gli ossidi di azoto, nelle due forme di biossido (NO2) e di monossido (NO), sono pericolosi agenti inquinanti e tra l’altro responsabili della formazione delle piogge acide e dello smog.
La tecnologia SCR si basa su una reazione chimica di riduzione selettiva, vale a dire che la riduzione è mirata e ha effetto solo sugli ossidi di azoto contenuti nei gas di scarico ma non sugli altri elementi, ed avviene nell’apposito catalizzatore di riduzione, che è separato da quello convenzionale di ossidazione: la vettura quindi è dotata di due catalizzatori distinti.
Nel catalizzatore di riduzione gli Nox contenuti nei gas di scarico vengono trasformati in azoto (N2) e acqua (H2O) mediante l’iniezione continua di un agente riducente a monte del catalizzatore di riduzione.


L’agente riducente è conosciuto nel settore automobilistico sotto il nome di Ad-Blue ed è una soluzione incolore di urea purissima prodotta sinteticamente al 32,5 % e acqua; l’Ad-Blue gela a temperature inferiori a -11°C e a temperature elevate (70°C – 80°C) si scompone formando ammoniaca che costituisce la causa di odori sgradevoli.
Il funzionamento può essere descritto nel seguente modo: l’agente riducente viene aspirato tramite l’apposita pompa da un serbatoio separato da quello del carburante e pompato ad una pressione di circa 5 bar verso un iniettore pilotato dalla centralina motore e posto nella tubazione di scarico immediatamente prima del secondo catalizzatore, il quale inietta l’Ad-Blue nel flusso dei gas di scarico che trascinano con sé l’agente riducente. Per assicurare una distribuzione di Ad-Blue quanto più uniforme possibile nel gas di scarico viene utilizzato un miscelatore montato subito a valle dell’iniettore.
Nel tratto iniziale del catalizzatore di riduzione l’agente riducente viene scomposto in ammoniaca (NH3) e biossido di carbonio (CO2); nel settore riducente vero e proprio del catalizzatore quindi l’ammoniaca (NH3) reagisce con gli ossidi di azoto (NOx) producendo azoto (N2) e acqua (H2O).
Il grado di efficienza dell’impianto SCR viene rilevato dal sensore degli NOx posto a valle del catalizzatore di riduzione, e misura la percentuale di ossidi di azoto nei gas di scarico; dato che il segnale generato è costituito da un basso amperaggio (solo pochi mV) viene poi amplificato ed analizzato da una centralina dedicata esclusivamente a questo compito.
Affinché l’ECU motore faccia intervenire l’iniezione dell’agente riducente, è necessario che il catalizzatore di riduzione debba aver raggiunto la temperatura di esercizio di circa 200°C, e anche in presenza di basse temperature esterne deve essere garantita la disponibilità di una quantità sufficiente di agente riducente allo stato liquido da iniettare: a tal scopo tutto l’impianto dell’Ad-Blue è riscaldato tramite resistenze apposite.
La centralina del motore non consente l’iniezione dell’agente riducente invece quando il flusso dei gas di scarico è troppo esiguo, per esempio quando il motore è al minimo, oppure quando la temperatura dei gas di scarico si abbassa eccessivamente e la temperatura d’esercizio del catalizzatore di riduzione scende al di sotto della soglia minima.

Ultimo aggiornamento (Sabato 18 Maggio 2013 10:55)

 

Oramai è una tradizione consolidata del Club Racing Sicilia , organizzare una serata al cinema per tutti i soci , per vedere la prima della saga famosa di FAST FURIOUS , per tutti gli appassionati del Tuning & Hi-Fi car ,è una bella occasione per passare una piacevole serata tutti insieme.

Con il direttore del cinema multisala Planet , abbiamo concordato di dare l’opportunità a tutti i soci del club e anche per gli amici e parenti , di assistere alla prima del film a un prezzo speciale ,a tutti coloro che verranno Domenica 19 Maggio 2013 allo spettacolo delle 20,30 .

Prezzo per i soci e amici CRS : €.5,00

Per tutti coloro che interverranno per la prima di FAST FURIOUS 6 , ci saranno Gageth originale del film offerti dal cinema Multisala PLANET .

Presidente.

Palamara Maurizio

Ultimo aggiornamento (Sabato 11 Maggio 2013 10:23)

 

Il Club Racing Sicilia inaugura 8° edizione del campionato di Tuning & Hi-Fi Car , con parecchie novità e nuove categorie.

Come al solito si faranno n.4 gare per poi proiettarsi a Dicembre alla finale che si svolgerà a ETNAPOLIS.

Posso partecipare tutti coloro che condividono le nostre passioni , per passare una bella domenica fra amici.

Ultimo aggiornamento (Sabato 04 Maggio 2013 08:09)

 

 Novità sulla legge dell’autoriparazione

Approvate modifiche alla legge che regolamenta le attività di meccanico/motorista ed elettrauto

Con le modifiche apportate alla legge 122/92 vengono soppresse le figure professionali del meccanico / motorista e dell'elettrauto e nasce una nuova figura il meccatronico. 


In questa categoria confluiscono i meccanici e gli elettrauto, secondo la modifica all’articolo 1 della legge 122/92 approvata definitivamente nei giorni scorsi dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato e ora in attesa di pubblicazione sulla  G.U.. 
In pratica, i quattro registri di attività (meccanica, elettrauto, carrozzeria e gommista) previsti dalla legge 122/92 in cui confluivano gli autoriparatori diventano tre: meccatronica, carrozzeria e gommista. 
Così la norma si allinea alla realtà: ormai da 15 anni, con l’avvento massiccio dell’elettronica nei veicoli, un’officina meccanica non può praticamente operare senza avere competenze anche su centraline o circuiti elettrici o elettronici, cercando di dare una importanza maggiore alla qualificazione professionale, indispensabile per operare con successo su veicoli sempre più sofisticati, molto più simili a macchine ad elevato contenuto tecnologico e sempre meno alle automobili così come le abbiamo conosciute sino a qualche anno fa.

Con questa motivazione, tra l’altro, è stato stabilito un regime transitorio secondo cui:

1) colui che è attualmente iscritto nelle sezioni meccanica ed elettrauto della CCIAA viene iscritto d’ufficio a quella dei meccatronici.

2) colui che è attualmente iscritto nelle sezioni meccanica / motoristica o elettrauto potrà proseguire le medesime attività per 5 anni successivi dall'entrata in vigore della presente legge. Entro tale termine se non ha almeno uno dei requisiti tecnico- professionali previsti dall'art 7 comma 2 lettere a) e c) della legge 122, dovrà aver frequentato con esito positivo un corso regionale teorico pratico di qualificazione. A questo proposito la Regione Veneto dovrà predisporre piani formativi adeguati al conseguimento del requisito mancante.

3) colui che è attualmente iscritto nelle sezioni meccanica / motoristica o elettrauto anche se titolare dell'impresa, e alla data di entrata in vigore della presente legge, abbia già compiuto cinquantacinque anni potrà continuare a svolgere l'attività fino al compimento dell'età prevista per il conseguimento della pensione. 
Non appena in possesso di ulteriori informazioni circa i contenuti dei corsi di formazione, sarà nostra cura informarvi

Ultimo aggiornamento (Sabato 27 Aprile 2013 10:29)

 

               Calendario 2013 del DTM …

                                   la new-entry è Mosca

 

È stato diramato il calendario 2013 del DTM, che si comporrà di 11 gare. La novità è costituita dalla prima trasferta sul circuito russo del Moscow Raceway, in programma per il prossimo 4 agosto, che sta sempre più attirando l’attenzione del motorsport internazionale.

Sarà un passo importante per raggiungere nuovi mercati”, ha dichiarato Hans Werner Aufrecht, boss del campionato.Per la serie e per i costruttori, Audi, BMW e Mercedes, correre in un paese come la Russia costituisce una grande chanche di presentarsi a livello internazionale di fronte a un grande pubblico”.

La Germania, comunque, resta ovviamente l’epicentro del DTM, accogliendo sei delle 11 tappe: si come tradizione, Hockenheim sarà teatro del primo (5 maggio) e dell’ultimo round (20 ottobre).

Confermate anche gli appuntamenti di Brands Hatch, Spielberg, Lausitzring, Norisring, Zandvoort, Nurburgring e Oschersleben, sostanzialmente con la stessa collocazione di quest’anno. Resta invece da definire la location per la data del 29 settembre, nello “slot” in precedenza occupato dal tracciato spagnolo di Valencia.

Si conclude inoltre l’esperimento della sfida-show nello Stadio Olimpico di Monaco di Baviera, nonostante il grande successo ottenuto nelle edizioni 2011 e 2012. Non abbiamo potuto compiere il passo successivo, rendere l’evento valido per il campionato, dato che su un tracciato parallelo è impossibile garantire l’assoluta equità”, ha spiegato Aufrecht.

Il calendario 2013 del DTM

01. 5 maggio – Hockenheim (Germania)
02. 19 maggio – Brands Hatch (Gran Bretagna)
03. 2 giugno – Spielberg (Austria)
04. 16 giugno – Laustizring (Germania)
05. 7 luglio – Norisring (Germania)
06. 21 luglio – Zandvoort (Olanda)
07. 4 agosto – Moscow Raceway (Russia)
08. 18 agosto – Nurburgring (Germania)
09. 15 settembre – Oschersleben (Germania)
10. 29 settembre – Da definire
11. 20 ottobre – Hockenheim (Germania
)

Ultimo aggiornamento (Sabato 20 Aprile 2013 09:04)

 
Chi è online
 94 visitatori online
Sponsor By
Gli sponsor del Club:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner